Post Single Page

La cara vecchia raccolta punti: un esempio di marketing integrato

livecode

In Strategy Posted

Nel nostro lavoro in Livecode non dimentichiamo mai che il marketing digitale è solo una parte di una strategia di marketing e che non si deve mai lasciare intentata nessuna strada per raggiungere l’obiettivo del cliente.

Con l’istruttore di Balloon Art Vincenzo Musto, gestore dell’e-commerce IlPalloncino.com, per esempio, abbiamo un rapporto di fiducia che è andato oltre la pubblicazione del sito e la realizzazione di progetti grafici, che sono i motivi principali per cui siamo entrati in contatto con questa realtà.

Qualche tempo fa Vincenzo, durante una riunione strategica, ci ha presentato un’idea in fase embrionale: vorrei premiare in qualche modo i miei clienti con degli sconti e degli omaggi, coinvolgendoli nella realizzazione dello sconto.
Dopo un breve brainstorming, abbiamo affinato insieme l’idea e abbiamo capito che ciò che ci serviva non era altro che uno dei più classici sistemi di remunerazione dell’acquisto: una raccolta punti.

Abbiamo quindi strutturato una lettera (con tanto di busta, quella che si manda tramite posta… la ricordate, vero?) con un messaggio semplice e chiaro: chi avesse raccolto dei codici a barre di buste dei palloncini (anche di altre aziende), avrebbe potuto accedere a una riduzione di sconto del 10% sull’acquisto di una nuova busta di palloncini.

L’iniziativa ha riscosso un grande successo, in tempi veramente sorprendenti. Un po’ di hype sui social network, una prima fase di test con clienti affezionati e… prima che partisse il primo gruppo di buste già ne erano rientrate alcune piene, mentre altri clienti chiedevano di essere inseriti nell’invio successivo!

La raccolta punti e il copywriting: “content is the king”

Oltre l’idea che ha unito la classica raccolta punti con la convenienza dello sconto, ha avuto un ruolo fondamentale il copywriting. Su suggerimento di Vincenzo e partendo dal suo spunto, abbiamo infatti deciso di fingerci per l’occorrenza “busta” e parlare in prima persona al cliente coinvolgendolo in un simpatico testo che lo invogliasse a mandare i codici a barre e a usufruire dello sconto.

Ciao,

mi riconosci?

Sono la busta vuota dei palloncini Gemar distribuita dalla Balloon Celebration Napoli e parlo a nome di tutte le mie sorelle buste.

Oggi siamo venute da te per chiederti di ritagliare il nostro codice a barre e vuoi sapere il perché?

Valiamo più di quanto credi.

Compila il modulo sul retro incollando i nostri codici a barre e spediscilo alla Ballon Celebration; per ogni ritaglio attaccato riceverai il 10% di sconto su una busta di palloncini da acquistare a tua scelta.

Con poche righe quindi abbiamo ottenuto tantissime adesioni e questo risultato ci ha riempito di orgoglio, anche perché – a parte un po’ di schizofrenia che ha manifestato la copywriter… per lo più rientrata, non c’è da preoccuparsi –  sono stati riconosciuti due principi che bisogna sempre dimostrare anche nel concreto: la scrittura ha bisogno di un certo grado di empatia per essere efficace e le idee migliori che si concretizzano con la volontà e la professionalità sono quelle che non cambiano, al variare dei tempi e degli strumenti.

Si è anche confermato un terzo principio, che talvolta alcuni nostri colleghi dimenticano: è il cliente che sa vendere il suo prodotto; chi fa marketing deve sempre ascoltare con attenzione le proposte fatte e deve coinvolgere il committente nella fase di preparazione della strategia di marketing!

centro assistenza compressori, centro assistenza compressori kaeser, compressori ricondizionati, kaeser News Italia Consulenza software gestionale Napoli,software gestionali Napoli, software gestionali per ristoranti, sistemi cassa, casse automatiche